headline image photos of writers

Due modi per combinare inserzioni di Facebook ed e-mail per una raccolta fondi di fine anno di successo

Dalla nostra nuova serie Lift: una collaborazione tra Facebook e marketer no profit esperti che hanno sviluppato strategie uniche ed efficaci per aiutare le organizzazioni no profit a fare la differenza.

Di Cheryl Contee e Ryanne Brown di Do Big Things

Ti starai chiedendo se le inserzioni di Facebook sono adatte alla tua organizzazione oppure potresti avere dei dubbi su come aggiungere le inserzioni di Facebook in modo efficace nella tua strategia di raccolta fondi online. Forse ricordi gli spot televisivi di cereali che mostrano una ciotola di cereali accanto a succo di frutta, latte, pane tostato, frutta e altri alimenti “che fanno parte di una colazione completa“.  Abbiamo visto che usare le inserzioni di Facebook insieme ad altri canali di raccolta fondi, come le e-mail, può aiutare le organizzazioni no profit a creare una campagna più avvincente rispetto a quando si usano solamente le e-mail. Ecco due esempi di come abbiamo usato questo approccio multicanale con le organizzazioni no profit.  

1. Rivolgi le inserzioni di Facebook alla tua mailing list

Obiettivo
Abbiamo collaborato con un grande ospedale pediatrico in una campagna di donazioni di fine anno la cui missione era garantire un futuro sano ai bambini e alle loro madri. Il nostro obiettivo era aiutare l’ospedale non solo a migliorare la sua raccolta fondi online, ma anche a diversificare e aumentare la propria base di donatori. 

Strategia
Insieme abbiamo progettato una strategia che includeva un biglietto di auguri interattivo e abbiamo usato la sua mailing list come punto di partenza per rivolgere il messaggio alle persone che avrebbero potuto fare una donazione. 

Il nostro team collettivo ha sviluppato e pubblicato una campagna pubblicitaria di Facebook rivolta alle persone che avevano maggiori probabilità di fare donazioni usando una combinazione delle funzionalità di targetizzazione di Facebook, tra cui il pubblico personalizzato, il pubblico basato sugli interessi e il pubblico simile.

Se non hai familiarità con l’opzione del pubblico simile di Facebook, ecco come funziona.

  1. Inizia da un pubblico di origine: può trattarsi delle persone che hanno messo “Mi piace” alla Pagina Facebook della tua organizzazione, della tua mailing list o di un elenco estratto dalla tua app mobile o da un pixel di monitoraggio.
  2. Carica il tuo elenco in Gestione inserzioni: il sistema di Facebook lo analizza per capire cosa hanno in comune queste persone, come i dati demografici, gli interessi o le affinità.
  3. Il sistema cerca persone su Facebook che assomigliano al tuo pubblico di origine e mostra loro le tue inserzioni.

Usando immagini di giovani pazienti dell’ospedale, la nostra call to action ha chiesto alle persone di firmare un biglietto che sarebbe stato dato ai bambini malati e inoltre fare una donazione all’ospedale. Abbiamo creato messaggi dinamici e commoventi che secondo noi avrebbero generato molte interazioni sui social.

Risultati

  • Abbiamo ottenuto un coinvolgimento elevato su Facebook, superando i benchmark del settore. 
  • Abbiamo raccolto donazioni che hanno prodotto un ROI a lungo termine e attirato donatori di lunga durata per l’ospedale, contribuendo a proteggere il suo futuro in una nuova era.

2. Potenzia la tua comunicazione via e-mail con le inserzioni

Obiettivo
Ecco un altro esempio di come usare le e-mail e i social media insieme per migliorare la tua raccolta fondi. Do Big Things ha l’onore di essere partner di I AM ALS, una community e un’organizzazione incentrata sui pazienti con l’obiettivo di sensibilizzare le persone sulla malattia e fornire risorse a coloro che vivono con la SLA. Come parte del lancio dell’organizzazione, Do Big Things ha collaborato con I AM ALS per creare la loro mailing list da zero.

Strategia
Abbiamo usato la targetizzazione basata sugli interessi su Facebook per trovare persone che erano già interessate ad argomenti simili a SLA, beneficenza e volontariato. Abbiamo anche progettato testi e immagini positivi ed educativi. Infine, sebbene l’obiettivo principale fosse la creazione di una mailing list, eravamo inoltre desiderosi di riunire le famiglie con SLA e aumentare la notorietà di questa nuova organizzazione come risorsa per aiutarle. 

  • Abbiamo aggiunto circa 1000 nuovi iscritti quasi da un giorno all’altro.
  • Abbiamo speso un budget ridotto: meno di 10 000 $.
  • 10 000 interazioni sui social, tra cui “Mi piace”, commenti e condivisioni, a dimostrazione del fatto che là fuori c’era una community di supporto pronta a essere attiva nella condivisione di informazioni su questa malattia online.

Considerazioni finali

Le inserzioni di Facebook possono essere rapidamente efficaci nell’aiutarti a promuovere le tue raccolte fondi di fine anno e persino durante tutto l’anno. Facebook è ormai una parte importante della vita delle persone, soprattutto durante le festività, quando le persone iniziano a scambiarsi auguri, foto e video con i loro amici e familiari. Puoi iniziare dalla tua attuale mailing list e trovare più persone simili a quelle iscritte o nella loro orbita. Oppure puoi iniziare da zero e scoprire persone che hanno espresso interesse per argomenti simili alla missione principale della tua organizzazione e sarebbero davvero felici di sostenerti.

Potenzia le raccolte fondi e le iniziative di sensibilizzazione con un approccio multicanale innovativo che mette in evidenza immagini e messaggi creativi e incentrati sulle persone che spingono il tuo pubblico ad agire in modo positivo. Facebook ed e-mail insieme fanno davvero parte di una colazione completa… ops, intendevo strategia completa per la raccolta fondi di fine anno!

E adesso?

Per ulteriori idee e risorse per promuovere la tua causa in questo periodo prezioso per le donazioni, visita la nostra piattaforma di risorse dedicate alle donazioni durante le festività. Consulta le risorse.